UNDERWORLD BERLINO | Fratelli di sangue | Un romanzo di Ernst Haffner

Su Amedit n. 27 – Giugno 2016

Sono nati a Berlino tra il 1914 e il 1918, nei tumulti del primo conflitto bellico. Si chiamano Jonny, Ludwig, Walter, Herwin, Georg, Willi…, e se hanno dei cognomi si guardano bene dal dichiararli alle forze di polizia; all’inizio degli anni Trenta la maggior parte di loro non ha ancora raggiunto la maggiore età (i fatidici ventun anni, spartiacque tra giovinezza e età adulta). Sono ragazzi allo sbando, senza famiglia, orfani o abbandonati, senza documenti, evasi dagli istituti di rieducazione e dai riformatori, sempre in fuga da qualcuno o da qualcosa. «Già quando compivano i primi passi sulle loro gambette arcuate, erano abbandonati a se stessi.» Continuamente braccati dal freddo e dalla fame questi figli della guerra rincorrono una felicità semplice, per forza di cose consolatoria, che il più delle volte finisce per tradursi in una libertà inafferrabile. Sono i figli di nessuno della Berlino prehitleriana, giovani wanderer senza fissa dimora, squattrinati, affamati, sudici, equilibristi della strada, mezzi ladruncoli e mezzi prostituti, al tempo stesso innocenti e delinquenti, sempre divisi tra l’onestà e la corruzione, ricchi solo di quell’inesauribile audacia che trasuda dalla giovinezza. (continua a leggere)

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: