Archive for the ‘ Recensioni Mostre ’ Category

GIUSEPPE CAPOGROSSI. Una retrospettiva al Guggenheim di Venezia

Lo sforzo estetico della coscienza cerca le relazioni universali

e le organizza in un simbolo intellettuale.

Carlo Carrà, Pittura Metafisica, 1919

di Massimiliano Sardina

La grande retrospettiva, curata da Luca Massimo Barbero, ripercorre la ricerca creativa di Capogrossi dalle prime esperienze figurative degli anni Trenta fino alla produzione astrattista degli anni Cinquanta e Sessanta. L’itinerario espositivo, allestito nelle sale del Guggenheim, si snoda sulle diverse fasi sperimentali affrontate dal pittore romano, dalla visione metafisica del Primordialismo plastico fino alla sintesi estrema dell’ultimo ventennio di attività. Capogrossi è una figura centrale e cruciale del Novecento italiano, e ancora oggi (nel quarantennale della sua morte, avvenuta nel 1972) rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per la pittura segnico-astratta. Il rapporto tra Capogrossi e la Guggenheim è di vecchia data e risale al 1953, quando il pittore partecipò alla mostra “Giovani Pittori Europei” organizzata dal Museo Guggenheim di New York; qualche anno più tardi, nel 1958, il museo acquisì una delle sue opere più importanti: [Continua a leggere…]

AMEDIT MAGAZINE, n° 12 – Autunno 2012

L’artwork di copertina vede il celebre Cristo di Velázquez sovrapposto al famigerato marchio del barcode (meglio noto come “codice a barre”). Più nello specifico, come denuncia la didascalia, il riferimento va all’emblematico verso biblico dell’Apocalisse: “Inoltre obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte. Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome.” All’uomo vitruviano circoscritto nella perfezione del cerchio armonico fa oggi tristemente da contraltare l’uomo contemporaneo crocifisso sul nuovo codice che regola la sua sopravvivenza. [Continua a leggere…]

IL CORPO ESPOSTO – Gunther von Hagens tra arte, cadaveri e divulgazione scientifica

di Massimiliano Sardina

Acta exteriora indicant interiora secreta

Gli atti esteriori manifestano i segreti interiori

I connotati somatici sono quelli di Joseph Beuys, cappello compreso, ma Gunther von Hagens (le apparenze non ingannino) non è un artista tout court quanto piuttosto un anatomopatologo prestato all’arte. Tutto ha inizio nel 1978 quando, nei laboratori dell’Università di Heidelberg, sperimenta e brevetta una particolarissima tecnica di conservazione dei corpi subito denominata “plastinazione”. [Continua a leggere…]

RAFFAELLO VERSO PICASSO. Riapre la Basilica Palladiana di Vicenza con una grande mostra

Dopo un’impegnativa e sofferta opera di restauro, protrattasi per oltre cinque anni, finalmente nell’ottobre 2012 la Basilica Palladiana di Vicenza sarà riaperta al pubblico. Grazie al prezioso supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona il celebre edificio di Andrea Palladio tornerà accessibile alla comunità con tutta una serie di eventi e di iniziative culturali di respiro anche internazionale. La prima grande mostra che inaugurerà ufficialmente la rinascita della Basilica Palladiana saràRaffaello verso Picasso, Storie di sguardi, volti e figure a cura di Marco Goldin. [Continua a leggere…]

SULLE TRACCE DI HOMO SAPIENS In mostra a Roma la grande storia dell’umanità

di Massimiliano Sardina Ciò che non ha termine non ha figura alcuna. Leonardo Da Vinci La mostra Homo sapiens / La grande storia della diversità umana, allestita nel Palazzo delle Esposizioni di Roma, rimarrà aperta al pubblico fino al 12 febbraio 2012. Il coordinamento è stato curato da Luigi Luca Cavalli Sforza e Telmo Pievani,… [Continua a leggere…]

IL REMAKE-CINEMORFICO di Antonello Morsillo

Spesso tendiamo a dimenticare che le vere icone del cinema non sono gli attori, con le loro personalità il più delle volte banalotte e stereotipate, ma i personaggi che interpretano, protagonisti di vite straordinarie. Baby Jane quindi, e non Bette Davis. O ancora Norma Desmond, e non Gloria Swanson. La lista è lunga e ognuno… [Continua a leggere…]

SOTTO MENTITE SPOGLIE Donatella Rettore nelle illustrazioni di Antonello Morsillo

Immaginata: Rettore nelle illustrazioni digitali di Antonello Morsillo. La personale, promossa dal Comune di Roma, è stata inaugurata il 9 gennaio 2006 negli spazi espositivi della Biblioteca Elsa Morante di Ostia. Dato il grande afflusso dei visitatori, la mostra è stata prorogata oltre la data prestabilita del 28 febbraio. Presente il giorno dell’inaugurazione la Stralunata… [Continua a leggere…]